Premio Ermanno Olmi

Premio internazionale per il miglior cortometraggio, dedicato al regista Ermanno Olmi, con lo scopo di sostenere e promuovere le opere di giovani autori.

Da-Dzma di Jaro Minne vince il Primo Premio Ermanno Olmi

Il cortometraggio di fiction di Jaro Minne Da-Dzma vince la prima edizione del Premio destinato a promuovere e valorizzare i cortometraggi di giovani registi.
Il secondo posto spetta al documentario Nacht Ueber Kepler 425b di Ben Voit, e il terzo all’animazione/documentario Inside me di Maria Trigo Teixeira. Una menzione speciale va alla fiction Fame di Luca Buzzi Reschini. Alle prime tre opere classificate, tra le quasi 100 pervenute, viene rispettivamente riconosciuto un premio in denaro di 1200 €, 500 € e 300 €.

La scelta della giuria — composta da Fabio Olmi (direttore della fotografia), Maurizio Zaccaro (regista, produttore cinematografico e sceneggiatore), Paola Suardi (consulente di comunicazione), Angelo Signorelli (direttore artistico di Bergamo Film Meeting) e Adriano Piccardi (direttore della rivista «Cineforum») — è caduta su Da-Dzma «per la fotografia carica di senso nella sua essenzialità. Il dolore del distacco e la forza dei legami famigliari in un contesto sociale dove emigrare è l’esito della precarietà economica ed esistenziale».
Assegnato il secondo posto a Nacht Ueber Kepler 425b «che attraverso il montaggio, la composizione dell’inquadratura e la messa in scena riesce a ricreare il rapporto con le persone e il contesto in cui si muovono. Tra realismo e espressionismo, arrivano allo spettatore il disagio e il senso di emarginazione di una notte tra i senzatetto» e il terzo a Inside me «per la fluidità di segno grafico, sintesi di contenuto e scrittura che con immediatezza descrivono il vissuto drammatico di una scelta difficile».
In modo unanime la stessa giuria attribuisce una menzione speciale a Fame «dove minimalismo narrativo e di messa in scena servono per raccontare il desiderio di autorealizzazione. La creatività della musica rap per uscire da una quotidianità ripetitiva e asfittica».


Il Comune di Bergamo, con il supporto organizzativo di FIC – Federazione Italiana Cineforum e la collaborazione di Bergamo Film Meeting Onlus, indice il Premio Ermanno Olmi per ricordare il cineasta originario della bergamasca e scomparso lo scorso anno.

Straordinario poeta visivo, consacrato con il Leone d’Oro alla carriera alla 65. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, nel corso della sua lunga carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui la Palma d’oro al Festival di Cannes nel 1978 per L’albero degli zoccoli, il Leone d’Argento nel 1987 per Lunga vita alla signora, il Leone d’Oro nel 1988 per La leggenda del santo bevitore e la nomina a Grande Ufficiale della Repubblica nel 2001.

La proclamazione dei vincitori è prevista per l’11 dicembre 2019 presso l’Auditorium di Piazza della Libertà a Bergamo: durante al serata saranno proiettate le 3 opere finaliste del concorso e la giuria, composta da Fabio Olmi, Maurizio Zaccaro, Paola Suardi, Angelo Signorelli e Adriano Piccardi, proclamerà i 3 film vincitori.

Il programma della serata:
ore 20 — aperitivo di benvenuto.
ore 20.30 — proiezione delle 3 opere vincitrici e premiazione, alla presenza dei registi e della giuria.
A seguire — proiezione del film Il mestiere delle armi (2001) di Ermanno Olmi, nella nuovissima versione restaurata nel 2019 dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e dall’Istituto Luce Cinecittà.

L’ingresso alla serata è gratuito.
Si consiglia la prenotazione (info@premioolmi.it)
Info: www.premioolmi.it/2019/10/17/la-serata-di-premiazione/

Il mestiere delle armi
di Ermanno Olmi (Italia, Francia, Germania, Bulgaria 2001, 105′)
con Christo Jivkov, Sergio Grammatico, Dimitar Ratchkov, Fabio Giubbani, Sasa Vulicevic, Dessy Tenekedjieva


Bergamo vuole rendere omaggio al grande regista, che abbiamo amato per la sua capacità di raccontare, con una vena intimista e poetica, le cose semplici della vita, il mondo contadino nel quale era cresciuto e a cui era sempre rimasto legato, il rapporto dell’uomo con la natura e il suo senso religioso, scegliendo anche il documentario come forma di espressione.
L’Amministrazione comunale lo ricorda con un progetto che intende valorizzare la creatività dei giovani autori, dando loro palcoscenico e visibilità, con l’auspicio che possa essere occasione di crescita e affermazione professionali per le generazioni under 30. Il Premio Ermanno Olmi, dal carattere spiccatamente  internazionale, costituirà per il nostro territorio una nuova opportunità di confronto con idee e progetti provenienti da tante parti del mondo. Bergamo, che già si qualifica come città del cinema di qualità grazie al Bergamo Film Meeting, arricchisce così il panorama degli appuntamenti culturali, puntando questa volta sul protagonismo dei giovani.

Nadia Ghisalberti, Assessore alla cultura del Comune di Bergamo

Un premio internazionale per il miglior cortometraggio, dedicato al regista Ermanno Olmi, per sostenere e promuovere i lavori dei giovani filmaker.

Il Premio si rivolge ad autori italiani e stranieri che non abbiano superato 30 anni di età alla data di scadenza del bando pubblico di indizione dello stesso.

Sono ammesse opere della durata massima di 15 minuti, di finzione, documentarie o d’animazione. Ogni autore può concorrere con una sola opera.

Il concorso prevede:
1° premio Ermanno Olmi — 1200 €
2° premio Ermanno Olmi — 500 €
3° premio Ermanno Olmi — 300 €

La Giuria del Premio Ermanno Olmi è così composta: 2 membri indicati dal Comune di Bergamo, 1 membro indicato dai famigliari del M° Olmi, 1 membro indicato da FIC – Federazione Italiana Cineforum, 1 membro indicato da Bergamo Film Meeting Onlus.

La proclamazione dei vincitori del Premio è prevista l’11 dicembre 2019 presso l’Auditorium di Piazza della Libertà a Bergamo. Durante questo evento saranno proiettate le 3 opere vincitrici e un film del M° Ermanno Olmi.

Scadenza — 30 ottobre 2019
Quota di iscrizione — 5 €

Info
www.premioolmi.it
info@premioolmi.it
+39 348 1022828

Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.