La dolce arte di esistere

locaUna proposta per sale e circoli affiliati FIC all’insegna dell’ecosostenibilità: La dolce arte di esistere di Pietro Reggiani.
«I nevrotici italiani sono all’avanguardia»: in un mondo in cui si suppone esista l’invisibilità psicosomatica, ovvero in cui le persone con difficoltà di relazione, in certe situazioni, diventano letteralmente invisibili, seguiamo l’incontro tra Roberta (Francesca Golia, La grande bellezza, Bella Addormentata), che ha bisogno di attenzione, altrimenti scompare, e Massimo (Pierpaolo Spollon, Terraferma, Leoni), che al contrario, ansioso, scompare se sente attenzione su di sé.

Dopo L’estate di mio fratello, Adagio film presenta:

La dolce arte di esistere
di Pietro Reggiani
con Francesca Golia, Pierpaolo Spollon, Rolando Ravello, Anita Kravos, Salvatore Esposito e con la voce di Carlo Valli

«Mi sembrava, quella dell’invisibilità, una buona metafora di una difficoltà di affrontare la vita. Mi piaceva aver immaginato due invisibilità – mi era venuta più immediata quella legata all’ansia, all’essere oggetto di attenzione, ma mi suona bene anche quella opposta, legata al non ricevere alcuna attenzione».

Scarica il pressbook.

Ai Circoli interessati a proiettare La dolce arte di esistere viene richiesto di coprire le spese di spedizione (35 euro per il DCP, da ritirare presso le sedi SAC, 6 euro per il blu-ray o il file .mov, spediti con raccomandata). Le spese di spedizione saranno recuperate prioritariamente sull’incasso. Se l’incasso al netto delle tasse sarà quindi maggiore delle spese di spedizione, andrà diviso a metà tra il cineforum e Adagio Film. Il cast è disponibile a incontrare il pubblico per una q&a al termine della proiezione: via skype o, volentieri quando è possibile, di persona (in questo caso con rimborso delle spese di viaggio). Adagio Film è poi convinta dell’opportunità di comportamenti sostenibili: sarebbe bello che i Cineforum invitassero il pubblico a venire a vedere il film a piedi, in bici, con i mezzi – o almeno con il carpooling. Si potrebbe pensare a un biglietto a tariffa ridotta per tutti coloro che si presenteranno con il biglietto dei mezzi timbrato nelle due ore precedenti lo spettacolo, o mostrando sullo smartphone un “bikie”, ovvero la foto della propria bici davanti al cinema.

Per ulteriori informazioni:
distribuzione@adagiofilm.com
Rachele Masci tel. 340 3243744

Questa voce è stata pubblicata in news, proposte circoli affiliati. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.