Al cuore dei conflitti

Torna Al cuore dei conflitti, visioni e riflessioni sui conflitti geopolitici, urbani, razziali e di classe, che assillano numerose zone del pianeta.

L’ottava edizione ci porta in Argentina, Palestina, Bosnia, Italia e Pakistan: sei film inediti per scoprire storie poco conosciute, attraverso gli occhi di chi questi conflitti li ha vissuti o li vive tuttora sulla propria pelle.
Sei film inediti, per riscoprire storie note, da punti di vista diversi e particolari, e un incontro speciale: ospite della rassegna sarà Juan Martin Guevara, fratello del “Che”.

Dal 25 al 29 aprile e il 9 maggio, a Bergamo, Auditorium di Piazza Libertà, e Brescia, Cinema Nuovo Eden.

Il programma:

25 aprile
Bergamo
, ore 21 / Era notte a Roma di Roberto Rossellini (Ingresso gratuito)

26 aprile
Bergamo, ore 21 / La larga noche de Francisco Sanctis di Francisco Márquez e Andrea Testa

27 aprile
 / Incontro con Juan Martín Guevara a seguire / Che, un hombre nuevo di Tristán Bauer

28 aprile
Bergamo, ore 21 / Koudelka Shooting Holy Land di Gilad Baram
Brescia, ore 21 /  Incontro con Juan Martín Guevara Che, un hombre nuevo di Tristán Bauer

29 aprile
Bergamo, ore 21 / Death in Sarajevo di Danis Tanovic

3 maggio
Brescia, ore 21 / Koudelka Shooting Holy Land di Gilad Baram

5 maggio
Brescia, ore 21 / Death in Sarajevo di Danis Tanovic

9 maggio
Bergamo, ore 21 / Les Cowboys di Thomas Bidegain (Ingresso gratuito)

www.alcuoredeiconflitti.it

«Per capire un conflitto o una rivalità geopolitica, non basta precisare e cartografare le poste in gioco, bisogna anche cercare, lo si è visto – soprattutto quando le cause sono complesse – di comprendere le ragioni, le idee dei suoi principali attori: capi di Stato, leader di movimenti regionalisti, autonomisti o indipendentisti, eccetera. Ciascuno di essi esprime e influenza a un tempo lo stato d’animo della parte di opinione pubblica che rappresenta. Il ruolo delle idee – anche se sbagliate – è capitale in geopolitica. Sono esse a spiegare i progetti e a determinare la scelta delle strategie, certo insieme ai dati materiali».

Yves Lacost

 

Un progetto FIC – Federazione Italiana Cineforum e Lab 80, in collaborazione con Bergamo Festival – Fare la Pace, Bergamo Film Meeting, Laboratorio 80, Comune di Bergamo, Comitato Bergamasco Antifascista.

Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.